Blog

Il ciclo mestruale dalla A alla Z

Come funziona il nostro ciclo? E, soprattutto, come funziona il nostro corpo durante le mestruazioni. Ecco tutto quello che devi sapere.

Home /Routine del ciclo /Il ciclo mestruale dalla A alla Z
None
None

Abbiamo imparato a convivere con il ciclo mestruale, ma possiamo dire di conoscerlo veramente? Conoscere se stesse e il proprio corpo è un punto di partenza per capire come funzioniamo e soprattutto come funziona il ciclo mestruale.
 

Che cos’è il ciclo mestruale?

Tutte noi siamo fatte in modo diverso e il modo in cui viviamo il ciclo mestruale non fa eccezione.
Nel nostro apparato riproduttore avvengono dei cambiamenti che si ripetono in modo ciclico ogni mese e “culminano” in un fenomeno che prende il nome di mestruazione. Ma come funziona il ciclo mestruale?

Ogni mese il corpo si prepara a una possibile gravidanza. E come ci riesce? L’endometrio, ovvero la parete che riveste il collo dell’utero, si inspessisce per prepararsi ad accogliere l’ovulo fecondato dallo spermatozoo del maschio. Questo processo dà poi il via alla gravidanza.

Ma se non succede? L’endometrio diventa più sottile, si stacca e viene espulso dalla vagina; questo momento non è il più piacevole del mese perché si comincia a sanguinare. Tale sanguinamento è appunto la nostra mestruazione.

 

E la prima mestruazione?

Certo, perdere sangue non è una gran bella esperienza, ma la prima mestruazione è un segnale da parte del nostro corpo che ci avvisa che è tutto a posto: stiamo bene.

Il primo ciclo mestruale è l’inizio di tantissimi cambiamenti nel corpo. Le ovaie iniziano a funzionare e comincia il nostro periodo fertile, ovvero quel periodo che va dalla prima mestruazione alla menopausa, che è il momento in cui le ovaie smetteranno di funzionare e noi non saremo più fertili.

Di solito la prima mestruazione arriva tra gli 11 e i 14 anni per molte ragazze, ma non è sempre così. Tutti i corpi seguono regole diverse e può capitare che alcune ragazze la abbiano a 8 anni, mentre altre addirittura a 16. Non è una gara e non ci sono primi posti. Basta soltanto avere pazienza e lasciare che il nostro corpo si stabilizzi.

 

Le fasi del ciclo mestruale

Di solito il primo giorno di mestruazioni corrisponde al primo giorno del ciclo mestruale, che è diviso in due fasi.

Il ciclo ovarico, durante il quale gli ormoni vengono prodotti dall’ovaio, ed è suddiviso a sua volta in tre momenti:

  • La fase follicolare avviene quando un follicolo ovarico, ovvero il luogo dove si sviluppa la cellula uovo, aumenta di dimensioni e raggiunge la sua maturazione

  • L’ovulazione è quando viene rilasciata la cellula uovo dal follicolo ed è il momento dove è più probabile restare incinta

  • La fase luteinica è quando il follicolo esploso diventa un luteo, ossia una ghiandola che produce progesterone. Se l’ovulo non viene fecondato, allora il luteo lo riassorbe al suo interno alla fine del ciclo ovarico

Nel ciclo uterino gli ormoni vengono prodotti dall’utero e anche questo momento è di solito diviso in tre fasi:

  • La fase mestruale corrisponde al primo giorno di mestruazioni e avviene quando l’endometrio si allontana e viene espulso insieme al sangue dalla vagina

  • La fase proliferativa corrisponde al momento in cui l’endometrio viene ricostruito

  • La fase secretiva è quando l’endometrio riprende a ispessirsi in attesa della mestruazione successiva

Quanto dura il ciclo mestruale?

Di solito il calcolo del ciclo mestruale viene fatto sulla base dell’alternanza tra il ciclo ovarico e quello uterino.

Il ciclo mestruale ha una durata variabile per ogni donna: può durare fino a 5 giorni, o talvolta perfino dai 2 ai 7 giorni. In generale la durata media del ciclo corrisponde alla distanza tra il primo giorno di una mestruazione e il primo giorno di quella successiva e può andare dai 21 ai 35 giorni.

Non preoccuparti se il tuo ciclo non corrisponde a quello di tua madre o della tua migliore amica: è normale! Ogni donna ha un ciclo mestruale differente dalle altre e va bene così.

Il ciclo mestruale può portare con sé molti dolori. Questi crampi hanno però una spiegazione molto precisa. L’utero deve contrarsi per far uscire il sangue e questo provoca un certo fastidio nella zona del basso ventre, proprio dove si trova l’utero. Alcune donne possono soffrire di un ciclo molto doloroso che intralcia la loro quotidianità. Anche se un po’ di dolore non è strano, se le sofferenze sono particolarmente intense e prolungate può essere utile fare una visita ginecologica per accertarsi che sia tutto a posto.

È possibile adottare dei piccoli escamotages per ridurre il dolore da ciclo mestruale.

  • Fare costante attività fisica aiuta a rilasciare la tensione e sciogliere crampi e muscoli. Inoltre, fare esercizio permette il rilascio delle endorfine, gli ormoni che regolano l’umore e riducono il dolore durante i giorni del ciclo

  • Bere una tisana calda almeno 2 o 3 volte al giorno

  • Mangiare cibi ricchi di magnesio, sali minerali e carboidrati fornisce tutto il necessario per aiutare il nostro organismo a stare meglio (ed è perfino una buona abitudine!)

  • Se non vuoi rinunciare ai latticini, scegli quelli più leggeri

  • Meglio evitare per qualche giorno cibi grassi e troppo salati, caffeina, alcol e fumo

 

Il ciclo è sempre stato un tabù di cui non si poteva parlare e siamo andate avanti senza conoscerlo bene. É arrivato il momento di partire dalle basi per fare un po’ di informazione e capire insieme come funziona il nostro corpo.

 

Fonti:

Humanitas

MSD Manuals

Aogoi